Saluto Fine Anno del Sindaco Libero Mazzaroppi: auguro un anno di salute e di gioie condivise con quelli che vi stanno più a cuore.

Care e cari concittadini,
l’anno che volge al termine mi pone nella gratificante condizione di poter redigere un consuntivo positivo per la nostra comunità.
Fin dal giorno in cui mi avete concesso il privilegio di rivestire la carica di primo cittadino, ho cercato di conformare il mio comportamento di pubblico amministratore a quei principi di disciplina e di onore prescritti dalla Costituzione italiana.
In questa prospettiva, ho sempre agito per rendere fondata la fiducia dei cittadini nella politica, perseguendo il bene comune e favorendo la crescita e la realizzazione delle aspettative di Aquino e degli aquinati.
Adottando un criterio di inattaccabile oggettività, possiamo rilevare che la nostra economia, come peraltro rilevato e certificato, solo un mese fa, dagli indicatori finanziari del “Sole 24 ore”, ha registrato un netto miglioramento rispetto al passato, tanto da collocare il nostro Comune al 4° posto, nel contesto provinciale, per i tassi di crescita economica e finanziaria.
E’ un dato che ci rende orgogliosi, ma che non appaga il nostro desiderio di migliorare sempre più. Questo dato, unito ad altri segni positivi che accompagnano la nostra azione amministrativa, ci consente di guardare al futuro delle famiglie con maggior ottimismo e minore apprensione.
In una situazione di crisi generale, abbiamo la soddisfazione di sottolineare che Aquino se l’è cavata meglio di tanti altri paesi nel settore del turismo, nel quale abbiamo potuto registrare, anche grazie alla forza attrattiva del nostro Museo, che anche quest’anno (come pochissimi nel Lazio) ha ottenuto il Marchio di Qualità, un significativo incremento di visitatori.
Tutto ciò è stato possibile anche per merito di oculate ed efficaci iniziative messe in campo, che hanno assicurato rilevanti flussi di pubblico (ad es. il Palio della Contea, il Villaggio di Babbo Natale, l’arredo delle luminarie, ecc.), organizzate in concerto con associazioni impegnate nel territorio, con particolare riferimento alla Proloco presieduta da Pompeo Pellegrini e sostenuta da un nutrito ed operoso staff.
Con una rigorosa e intelligente gestione delle risorse, si sono offerti servizi migliori e più efficienti specie per quanto attiene la Scuola e la tutela della Persona, rimuovendo diseguaglianze sociali con concrete iniziative a sostegno della povertà e del bisogno.
Feconda si è rivelata, in linea con gli anni passati, la collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale di Aquino, che ringrazio nella persona dellaDirigente Marianna Ladisi, con un sentimento che si estende a tutto il corpo docente e amministrativo per l’alta funzione che svolge nella formazione delle future generazioni.
A proposito del mondo della scuola, sono consapevole di aver chiesto qualche sacrificio ai ragazzi per la disagevole dislocazione delle aule dall’inizio dell’anno scolastico, ma voglio rassicurare loro e le loro famiglie che fra pochissimo, tutti insieme, faremo una grande festa per inaugurare un nuovo, bellissimo e funzionale edificio per la Scuola Elementare, nata negli anni ‘50, lasciata colpevolmente per troppo tempo al suo destino, e tra poco, grazie all’Amministrazione che ho l’onore di guidare, riconsegnata alla fruizione dei nostri figli.
In questo mio saluto di fine anno, mi corre l’obbligo di rivolgere un sentito ringraziamento al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Aquino M.llo Sergio Parrillo ed ai suoi collaboratori per l’alto ed incessante impegno che profondono nel controllo del territorio, a difesa e a tutela della sicurezza dell’intera comunità.
Un deferente saluto rivolgo al nostro Vescovo Gerardo Antonazzo, per la sua intensa e costante attività pastorale e per la paterna vicinanza che ci dimostra in ogni occasione; un saluto ed un apprezzamento che estendo al nostro Parroco Don Tommaso Del Sorbo e a tutte le strutture virtuosamente operanti nel cuore della Chiesa aquinate.
Un sincero augurio di buon lavoro rivolgo, altresì, a S.E. il Prefetto di Frosinone, dott.ssa Emilia Zarrilli, e a tutte le autorità civili e militari del territorio, nell’esercizio del delicato compito istituzionale di cui sono investiti.
In questa occasione, non posso dimenticare di manifestare l’affetto della nostra comunità ai Comuni di Crotta D’Adda, Grumello Cremonese e San Bassano, gemellati con il Comune di Aquino nel segno e nel ricordo dei nostri concittadini sfollati ed accolti nei loro territori, pregando i Sindaci Renato Gerevini, Fabio Scio e Cesira Bassanetti di riportare i nostri sentimenti a tutte le generose popolazioni dei rispettivi comuni.
Nel chiudere questo mio saluto, in ossequio all’onestà intellettuale e alla correttezza morale a cui ci siamo ispirati nella nostra azione amministrativa, devo, tuttavia, sottolineare che nonostante i moltissimi dati positivi che evidenziano l’impegno profuso dalla mia Giunta e dai dipendenti comunali, che ringrazio pubblicamente per l’impegno profuso, sono consapevole che ci sono ancora tante cose da fare, di cui parleremo a breve, tante da ottimizzare e migliorare, e tante opere, grandi e piccole, da concretizzare e realizzare.
Assicuro tutti i cittadini che faremo il nostro dovere e continueremo a farlo nel prossimo futuro per ognuno di voi e per Aquino.
Chiudo queste mie brevi considerazioni con la piena convinzione, specie in momenti come questi che affliggono molte famiglie (penso ad esempio a quelle coinvolte dalla inaccettabile e grave chiusura dell’Ideal Standard), di quanto sia importante rimanere ancorati a quei valori di forte coesione sociale che abbiamo favorito in questi anni e che ci hanno contraddistinto, per non consentire che la perdita di speranza, propriadei momenti di difficoltà, prevalga sulla volontà di riscatto.
Ci siamo sempre impegnati e continueremo ad impegnarci per lenire il disagio e le difficoltà dei cittadini, per combattere il cinismo della demagogia scientificamente e pregiudizialmente praticata, per impedire che la legittima dialettica politico-amministrativa scada nello scontro personale e si esaurisca in un livore che trova sfogo alquanto vilmente per il tramite delle tastiere di un computer.
Siamo sempre stati e continueremo ad essere contro chi persegue il gossip bugiardo, la denigrazione ingiustificata, il cattivo gusto, la maleducazione e il populismo. A queste derive noi opponiamo l’impegno civico, la coesione sociale, il rispetto della persona, la volontà di operare per il bene comune.
A tutti gli aquinati in Italia e nel mondo auguro un anno di salute e di gioie condivise con quelli che vi stanno più a cuore, e auguro anche a me stesso di continuare a vivere, con più energia e con più forza di sempre, con l’attenzione gratuita verso gli altri che ha contraddistinto, sino ad oggi, la mia azione amministrativa e la mia vita pubblica.
Un sorriso.
Libero Mazzaroppi

cs aquino -Il Comune di Aquino organizza il Pranzo con gli anziani ed un Concerto del Maestro Antonio Capuano
Il villaggio di Babbo Natale apre le porte alla solidarietà