AQUINO: DIMINUITA LA PRESSIONE FISCALE ed AUMENTATI GLI INVESTIMENTI

Con il bilancio di previsione 2016, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 20 maggio scorso, la pressione fiscale si è complessivamente ridotta di euro 93.496,00 pari ad un ammontare del 4% .

Ciò significa che il peso  fiscale imposto sui cittadini di Aquino e costituito dalla sommatoria di imposte (ICI, TASI ADDIZIONALE IRPEF, IMU) e tasse  (TOSAP TARI) si è ridotto, come risulta matematicamente sommando le prime due “categorie”  del Titolo I ( Entrate Tributarie): dai 2.318.466 del 2015 si è passati ai 2.224.970 del 2016.

Tulle le imposte e tasse sono rimaste immutate e le aliquote sono le stesse del 2015, mentre rilevante è la sensibile riduzione della TARI (tassa rifiuti) il cui gettito è addirittura diminuito dell’8 % passando da euro 670.000 del 2015 ad euro 492.000, 00 del 2016.

Quanto sopra, sono dati oggettivi riportati nel bilancio comunale, a palese smentita di qualche venditore di frottole che – contro l’evidenza – si ostina a dire che quest’anno sono aumentate le tasse.

 

A fronte della riduzione della pressione fiscale, l’Amministrazione ha messo in piedi un programma di investimenti sul territorio, cioè di opere pubbliche (indicate nel titolo II della spesa) di oltre 3 milioni di euro e precisamente di euro 3.037.437 quali a titolo esemplificativo:

euro 1.400.000,00 per scuola elementare

euro   605.000,00  per scuola media

euro     40.000,00 per realizzazione pista ciclabile campo di aviazione

euro   206.000,00 per realizzazione parallela di via Roma

euro   508.00,00  per completamento cimitero

 

Si tenga presente, che, ad esempio, nel capitolo di bilancio, dove oggi troviamo investimenti per oltre 3 milioni di euro, nel 2010 vi erano 77.000 euro, nel 2011 132.000 euro nel 2012 70.729 euro.

 

Questi i fatti, che si aggiungono a tanti altri: intrapreso il procedimento di redazione del nuovo Piano Regolatore, imminente la pubblicazione del bando per la dislocazione del vecchio campo sportivo e realizzazione di una nuova struttura;  rifacimento strade comunali, al centro e nelle frazioni, e della  segnaletica; risoluzione del problema sottopasso; ristrutturazione Chiesa delle Valli, il cui inizio è fissato tra qualche giorno; imminente inizio, al 6 giugno 2016, dei lavori di rifacimento del cavalcavia; contribuzione alla realizzazione della recinzione dell’oratorio parrocchiale; rilancio del museo civico, visitato solo negli ultimi due mesi da diverse centinaia di studenti; regolarizzazione del mercato comunale; costante aumento degli esercizi commerciali; istituzione banda musicale, organizzazione e sostegno finanziario al Palio della Contea, incremento della spesa sociale, sostegno alle associazioni  ecc. ecc.

E qualcuno continuasse pure ad insultarci e a denigrarci sui social network, quello soltanto rimane a chi ha ben compreso di non avere alcuna prospettiva politico-amministrativa e di essere stato nel 2013 “trombato” per sempre, senza neanche candidarsi.

 

Avv Carlo Risi

Vicesindaco di Aquno